R. JOHNSON Frankfurt: Robert Dietz

Uno dei club piu’ conosciuti a Francoforte ed uno dei pochi casi in cui viene attribuito correttamente l’appellativo “club” anche per le dimensioni del posto: è il Robert Johnson. Il locale (anche se di “locale” ha ben poco) si trova nella località Offenbach am Main, zona industriale e fieristica distante dal centro di Francoforte circa 6 km. Il “Robert Johnson” non è facile da trovare: si affaccia sul Meno, elemento che lo contraddistingue e lo rende unico con una terrazza spettacolare. Appena arrivi il club si presenta come un’abitazione bianca a due piani, davanti al portone bianco  un campanello illuminato con scritto “Robert Johnson”. La sensazione che provi stando da fuori è proprio sapere che stai entrando in una ambiente musicale molto intimo, non per tutti, quasi come qualcuno ti aprisse la porta di casa e ti invitasse dentro per ascoltare buona musica.

de-robertjohnson
Proprio per le dimensioni ristrette ai non proprio “puntuali” arrivati al locale spetta una coda infinita. Sembra sia la filosofia del luogo: se sei già dentro hai il massimo rispetto di restarci quanto ti pare. Appena esci, qualcuno entra al posto tuo senza superare il numero di persone accettabile per lasciare a tutti il piacere di vivere la serata tranquillamente.

Il sistema audio appena sali al primo piano (il centro di tutto) ti rapisce: Martin Audio, un impianto sonoro di carattere adatto alle forte emozioni musicali. La notte di sabato 1 Novembre era Robert Dietz e Loco Dice,  nomi che già preparavano il pubblico a vivere una serata dai ritmi elettronici elevati. Robert di certo è piaciuto a tutto il pubblico che lo ha incoraggiato e seguito in tutto il suo set danzando e incitandolo a non rallentare quel ritmo così intraprendente che entrava e alimentava il movimento dei corpi danzanti che aveva davanti non lasciando nessun spazio vuoto al suo successore in consolle. Precisione e professionalità, Robert Dietz è il massimo per gli amanti della musica Techno e House con l’hip hop che sempre traspare nei suoi dischi.
Fuori inverno e dentro estate: il clima bollente all’interno del club era il risultato perfetto tra la sintonia degli artisti e il pubblico. Robert Johnson, vediamoci presto: alla prossima!