MY BABY at Kantine Berghain

Tre sciamani – uno alla batteria, l’altro alla chitarra e il terzo alla voce. Con la loro musica, il loro ritmo e i loro beats infiniti hanno stregato ieri il Berghain Kantine entrando in contatto con gli spiriti dei presenti attraverso musica e voce. Il duo sorella-fratello van Dick (Cato alla voce e Sheik alla batteria) proveniente da Amsterdam insieme al chitarrista neozelandese Daniel “daFreez” Johnston si sono esibiti a Berlino, tappa del loro tour per presentare il nuovo album Shamanaid. Nella stagione pre-estiva il Berghain riconferma la sua scelta nel cercare e offrire musica alternativa e gruppi musicali con live show che non rientrano neli soliti criteri di scelta. La selezione, come in questo caso, può ricadere anche su sonorità che in qualche modo possano essere riconducibili a quelle del venerdì o al sabato al Berghain.
MY BABY: la loro musica è un percorso senza sosta (nessuna pausa tra una canzone e l’altra) – sali nella loro carovana e non scendere fino a fine corsa. Colui che ti guiderà sarà Sheik, il batterista, che merito alle sue braccia magiche non farà nessun break e ritmerà con la sua batteria per un’ora e mezza le tue gambe e le tue braccia. Lo affianca “daFeez”, che con la sua chitarra comunicherà con il tuo spirito senza proferire parola. A completare il tutto, la voce incredibile e solenne di Cato che sarà la tua guida spirituale, che ti illuminerà la via e ti porterà a destinazione. My Baby è riscoperta del genere blues, folk e funk. Un’esperienza musicale psicadelica caratterizzata da beat ripetuti che segnano la velocità del pendolo che ti indurrà ad una specie di incantesimo, per farti vivere un’esperienza incredibile, un risveglio del corpo e dello spirito. Usciamo per questa volta dalla techno, perché con My Baby c’è molto più da vedere e ascoltare. Quello che più può colpire di questo gruppo è l’energia che comunicano al loro pubblico in modo pulito e diretto, senza urla e gesti indiscreti. Sbagliato aspettarsi il solito concerto con canzoni veloci alternate a canzoni più lente e riflessive: il ritmo è altissimo per tutta la durata dell’esibizione. MY BABY dona tutto sè stesso al pubblico non sprecando nemmeno un momento, una nota, un secondo – entrerà per certo nei vostri ricordi come uno dei migliori live mai vissuti in assoluto.