QLOOM: Mano Le Tough

La sensazione di uscire da un locale e sentire di uscire quasi da un posto che senti tuo non è una cosa che succede spesso. Quella soddisfazione personale nel trovarti in un posto adatto a te, ai tuoi gusti musicali, che ti sa dare le emozioni giuste che in Italia non sono facili da trovare. Al  nuovo Qloom di Mantova sabato scorso non mancava nulla, nulla da invidiare alle serate che si tenevano negli altri club europei: forse erano gli altri che avrebbero dovuto invidiare questa nuova organizzazione che è riuscita a portare a casa Mano Le Tough.

Il Qloom ha vinto la prima sfida della stagione e a testimoniarlo sono stati tutti i presenti che, con un sorriso indelebile, erano increduli per quello che le loro orecchie stavano ascoltando. Melodie deliziose come Mano Le Tough sa unire nei suoi set. Il dj irlandese in camicia blu floreale si è presentato in formissima inserendosi perfettamente nel mood della serata non deludendo l’attesa degli intenditori di quella buona musica che tanto piace e regala vibrazioni impagabili.

Appena si entra, ci si dimentica di trovarsi in un luogo chiuso: un posto che sembra essere senza muri dove in ogni angolo domina la trasparenza. Il concetto di clubbing riportato in una struttura moderna perfettamente affine alla musica e alle sensazioni che ha ricreato negli animi delle persone che ballavano nel locale.  Un bel pubblico dalla giusta età, una location dove il bianco è il colore dominante, una pista al centro di tutto, un bar e una terrazza sullo sfondo che tanto fa ricordare il Watergate di Berlino. L’impianto audio che domina la pista non abbandona mai l’ascoltatore anzi lo attrae verso di sé: è il posto migliore per goderti a pieno la musica avvolgendoti in un suono pulito, bilanciato. Un dialogo diretto tra sonorità e ascoltatore. La terrazza esterna è il valore aggiunto del locale, divisa dalla pista da una vetrata dandoti una sensazione di libertà open-air.

Se questa era solo la seconda data le aspettative verso questo club sono molte: un’organizzazione valida e ben decisa sulla linea musicale da seguire. Next stop? Answer Code Request.

1234218_517743761645563_890354549_n

English version

The feeling you have when leaving a club which actually feel like home for many hours is amazing and rare The personal satisfaction of finding yourself in a place where you just fit and can listen to the music that you really like, a place with amazing vibes this is hard to find in Italy. At the new Qloom last Saturday in Mantua they have it all: high level music drama, a perfect illustration of a successful European club. The other clubs have a lot to envy to the new italian Qloom where Mano Le Tough himself came to play.

Qloom won the first challenge of the season. The final result was showing on all the faces, brightened with a smile surprised by what was actually happening around them. Exquisite melodies as only Mano Le Tough can play. The Irish Dj, in a cool blue floral shirt, was simply fabolous and didn’t let down the expectations of his fans, playing the music they love so much and spreading incredible vibes..

As you enter the club you forget that you are indoors: it seems an offwall location, a transparent place. The settings are modern and ideal for some unforgettable experience. The audience was great, the dancefloor is at the center of everything and the outside wooden terrace has a little something of the Watergate club. The crazy audio system above the dancefloor continously diffuses pure sounds to the electrified audience. A direct dialogue between sound and its listener.

This was only the second night at Qloom and we just can’t wait for the next: a good organization on the right track. Next stop? Answer Code Request.