Cover of the week: Á la seconde – Francis

Un album di fotografie, appartenente a una collezione privata off limits. Un maestro di balletto intento a dare lezioni a un suo studente.
Scopriamo assieme la storia dietro la copertina dell’ultima release di Francis su Somedate Records, che abbiamo scelto come copertina della settimana.
<< Á la seconde – Francis >>
English version below

 

 

 

Cosa possiamo vedere nella copertina del tuo EP? Come mai l’hai scelta come cover?

In copertina vediamo un maestro di danza, che sta facendo lezione a uno studente (non si vede in foto). Philip Zeller, che fa parte del team dell’etichetta, ha seguito tutta la parte dell’artwork. Ha trovato questo scatto in un album di fotografie del padre, Uli Zeller, che era un fotografo professionista. La sua collezione è composta da migliaia di foto scattate tra la fine degli anni Settanta e la metà degli anni Novanta. Scatti dalle tematiche diverse che vanno dai ritratti, alle fotografie di viaggi, foto prodotto, moda e altre ancora. Nessuno ha possibilità di vedere queste fotografie e nessuna di queste fotografie è stata riportata in formato digitale.
Philip ha passato un intero weekend a sfogliare le foto del papà fino a che non ha trovato questa, che subito ha pensato potesse rappresentare le emozioni della musica di “Á La Seconde” nel miglior modo possibile. In contrasto alla solita routine, i titoli delle tracce di questo EP sono stati scelti in base alla copertina. Penso che infine la musica, i titoli delle tracce e la copertina si completino a vicenda e riescano a rappresentare fedelmente le emozioni che questo EP ha creato in noi.


Descrivici il tuo EP in cinque parole

Deciso, sperimentale e techno beatless modular!


Quali sono i tuoi progetti futuri?

Ho un paio di gig in programma il prossimo mese e a Dicembre ci saranno due label night con tutti i nostri artisti. Il nostro appuntamento annuale con l’Open Air Somedate è cresciuto negli ultimi anni diventando un piccolo festival. Questo richiede molta organizzazione e quindi inizieremo già a prepararlo a gennaio. La prossima release su Somedate Records è già in programma per l’inizio dell’anno prossimo. Nel frattempo cerco di passare più tempo possibile in studio con Max Goessler, mio label partner, sperando in Philip che riesca a preparare un’altra cover per la primavera dell’anno prossimo. Siamo molto curiosi di cosa riuscirà a trovare come copertina delle prossime release.

 

 

a la seconde francis

 

 

English version


What can we see in the cover of your release? Why did you choose it as cover for “Á La Seconde”?

On the cover we see a ballet master, who is giving instructions to a student, who cannot be seen in the picture. Philip Zeller, who is one of our label partners, is designing all of our artwork. He has taken this image from the analogue picture library of his father Uli Zeller who used to be a professional photographer. The library consists of literally thousands of pictures, which were taken between the late 70s and the mid 90s. His imagery covers many areas, such as portraits, travel photography, product photography, fashion and much more. No one else has access to these pictures and none of these pictures have ever been digitalised. Philip spent a whole weekend digging through his father’s archive until he found this picture, which he thought expresses the emotions of the music in the best possible way. In contrast to conventional approaches, the track titles were chosen with respect to the cover and the music. However, in the end I think that the music, the titles and the cover complement each other really, really well and perfectly reflect what we were feeling when the EP was produced.


Describe us, using five words, your EP

Straight, experimental & beatless modular techno!


Future projects on your way?

I’ll be playing a couple of gigs in the next months and in December we have 2 label nights with all our artists. Our annual Somedate Open Air has grown in recent years to a small little festival. This requires a lot of organization in advance, so we’ll be starting up on that in January. The next Somedate Records release is also scheduled around the beginning of the new year. In the meantime I am trying to spend as much time as possible working in the studio with my label partner Max Goessler which will hopefully result in Philip having to design another cover in spring next year. We are curious ourselves, what he will come up with for the next releases, as it is a unique decision process for each EP.