InLensk, La Club Life in Russia

Russia, uno Stato apparentemente lontano, ricco di sfumature e punti in comune con il resto dell’Europa. Com’è la situazione club in Russia? Come si divertono lì i giovani? Quale tipo di musica ascoltano? Lo abbiamo chiesto a un dj giovane ed emergente, InLensk, già incontrato qui per l’uscita del suo Ep, Obratno.
English Version below.

 

 

Originario della Russia, parliamo del tuo inizio carriera come amante della musica: quali sono stati i primi club che ti hanno permesso di scoprire la techno e l’electro music?

Ho iniziato ad avvicinarmi alla musica dance elettronica all’età di quindici anni. Sfortunatamente, in quel periodo vivevo in provincia, lontano dalla città. C’è una situazione terribile a livello di clubbing in Russia. Puoi trovare la musica russa pop anni Ottanta e Novanta e la pop music soft dell’ovest. Per qui il mio amore verso l’elettronica si è sviluppato con un paio di cuffie stando a casa. All’età di diciott’anni invece, mi sono trasferito a Yekaterinburg, città con un milione di abitanti, dove c’era un’offerta musicale più varia sviluppata in diverse zone.

 

I giovani amanti della musica hanno una grande scelta a livello di genere nei club? A che ora chiudono i locali?

Le città offrono molto, dal mainstream all’underground. Ce n’è per tutti. Soprattutto in quelle più grandi ci sono moltissimi posti dove andare a ballare: non si può dire lo stesso per quelle più piccole, nelle quali invece si riduce il numero a un paio.

 

Quali sono le differenze che puoi riscontrare nei club in Russia confrontandoli con quelli di altri Stati europei come Germania o Spagna?

Come ha detto una volta il mio amico e Dj Imago, uno dei più famosi Dj russi, la differenza sostanziale tra la Russia e l’Europa a livello di club sta nelle persone, la loro mentalità. Anche la musica non è così diversa, anche se ammetto che le eccezioni ci sono, nelle persone in provincia, che a volte sono più conservativi e “antichi”. Continuano ad ascoltare “Laskoviy May” (gruppo pop russo famoso negli anni Ottanta e Novanta) mixato con le hit dei Black Eyed Peas.

Yura Shatunov – Ne Boysya

 

Riesci a fare un quadro generale per valutare la scena musicale in Russia? Sta crescendo? In che modo?

Penso che la scena musicale nel complesso stia crescendo. Si stanno scoprendo nuovi artisti da noi, che trovano spazio nelle maggiori etichette della parte Ovest della nazione. Stiamo iniziando poi a sviluppare una certa mentalità locale e metterla a disposizione attraverso la nostra musica.

È interessante vedere il processo di assimilazione della musica originale creata qui e assimilata poi dallo stile dell’Ovest: come ad esempio l’etichetta siberiana “Full Of Nothing”, che per me rappresenta il futuro.

A volte la nostra musica in passato ha perso la sua identità russa, ma ora sta tornando dando dei risultati molto soddisfacenti. Sta crescendo anche il giornalismo musicale, ci sono molti più articoli sulla nostra scena elettrocnica locale. Dieci anni fa, non c’era nulla sul web riguardo la musica di tendenza in Russia. Ora invece sta crescendo e sono molto felice di farne parte.

 

Che cosa ti piace di più in assoluto del clubbing in Russia? Cosa credi invece manchi?

Mi piace l’anima in sé. I party quelli più belli si differiscono dagli altri per la loro “genuinità”. Che cosa manca? Tutto :) Vorrei solo che ci fosse più attenzione verso altri artisti e musicisti dell’Ovest.

 

 

 

 

ENGLISH VERSION:

 

You are from Russia: let’s speak about your start as music lover: which were the clubs you joined when you start to discover techno and electro music?

I developed an interest in electronic dance music when I was 15. And unfortunately, at that time I was living in the province. There’s a terrible situation with the clubs if you are far from the big cities: basically you can find Russian pop music of the 90s and 80s and sugary western pop music. So I was totally in love with the good electronics at home with headphones. At 18, I moved to Yekaterinburg, a city with one million people, where there were a lot of different areas, with music is offered in all tastes.

 

Do the young people have a wide choice of having fun in the clubs in the country? 

The big cities offers a variety of clubs. From mainstream to the underground. For every taste. In the big city, we have no shortage of choice of places for fun. In smaller towns there are a couple of clubs where you can go dancing.

 

Which differences you can see looking the clubs in Russia and the other ones in Europe, like Germany or Spain?

As I said my friend DJ Imago, one of the most famous Russian DJs, the main difference between the clubs in Russia and Europe – is in the humans, in their mentality. The music is not much different: sometimes I would say, however, that in the provinces of the clubs people are more conservative and archaic. There still pose “Laskoviy May” (known Russian pop group 80s-90s) mixed with hits of Black Eyed Peas zero years.

 

How is the situation in the musical scene in Russia? Is it growing? In what way?

I believe that the music scene in Russia is growing. We are discovering more and more good musicians, available in well-known Western Europe labels. They write cool fashionable music. We also have a current start of cool music with a Russian mentality. It is interesting to observe, how sometimes the music the local motifs are assimilated by the West style creating something special. For example, this kind of music can be heard on the famous Siberian label “Full Of Nothing”. I think this is the future. Sometimes in the past the music really lost our Russian identity, and now it is back and gives a surprising and interesting results. Along with the music starts to rise music journalism. There are more editions also for the local electronic music. Ten years ago, there wasn’t anything about it on the web. Russian music rises, and I’m glad that I become part of it.

 

What do you like most about clubbing in Russia? What do you think is missing?

I like the soul and its warmth. Coolest parties differ because they are truth. What is missing? Everything :) But personally, I would like to import more well-known artists and musicians from the West.