Adam Port: Il Colore Della Techno

Non puoi dire di conoscere Berlino se non hai passato prima qualche serata/mattinata in qualche club della città. Oltre ai soliti noti, lo Stattbad a Wedding, offre ogni volta musica di qualità, divertimento e un bel pubblico.  Il set di Boiler Room e un enorme spazio creativo a disposizione degli artisti: in questa struttura risiede anche KeineMusik, una tra le più conosciute label berlinesi.
Proviamo a conoscere meglio uno dei suoi fondatori parlando del suo rapporto con la città, la sua labe e i suoi pensieri sulla musica club di oggi: Adam Port!

English version below

 

Ciao Adam e benvenuto su Musicbaum. Raccontaci: come sta andando KeineMusik? Sei pronto per l’estate 2015 a Berlino?

Ciao! Le cose stanno andando bene per noi, non ci possiamo lamentare. Aspetto veramente con ansia l’arrivo dell’estate: qui nella città techno, l’inverno è un periodo molto deprimente.

 

Parliamo del tuo nuovo EP. Quali sono i punti di forza di “I neer wear black”? Ci puoi raccontare qualcosa di più riguardo l’origine di questo titolo?

Secondo me uno dei suoi punti di forza è il suo essere non troppo invasivo. Il lato A1 potrebbe non risultare troppo eccitante quando lo si ascolta da delle casse di un portatile, il giro di chitarra potrebbe risultare sempre lo stesso, ma in realtà spacca poi se ascoltato in un club.

Molti Djs vestono di nero al momento. Questo colore è quasi diventato un’uniforme di scuola: tutti si vestono di nero e utilizzano un trolley di metallo Rimowa Pilot. Questa cosa sta diventando un po’ noiosa, anche perchè molti di loro non si rendono nemmeno conto di apparire tutti uguali. Scegliere questo titolo, “Non vesto mai in nero”, è stato il mio modo per dire che mi piace fare le cose in maniera diversa. E poi perchè mi piacciono i titoli un pò “critici”.

 

Qual è il più bel ricordo che hai legato a KeineMusik? Quali sono le persone più importanti che vi hanno aiutato a creare l’etichetta?

Tantissim sono i ricordi belli, difficile citarne uno soltanto. Nessuno ci ha aiutato per creare la label che abbiamo ora: Rampa è stato quello però che ha chiesto in giro alcune dritte su come gestirla.

 

Stattbad, il vostro quartier generale. Per chi non lo conoscesse, ci puoi spiegare in pillole che cos’è? Quando e perchè è stato scelto da voi come sede della vostra etichetta?

Lo Stattbad è una grande costruzione e uno spazio creativo per artisti, pittori, graphic designer e musicisti. Al suo interno c’è una galleria, e un club. Boiler Room Berlin ha luogo qui, e poi è la casa di Keinemusik. Dovevamo spostarci dal nostro precedente ufficio/studio e così abbiamo chiesto a Daniel dello Stattbad se c’era del posto disponibile. Lui è un nostro vecchio amico, ci siamo conosciuti in un altro club che lui gestiva.

 

Qual è il tuo club preferito a Berlino? Quali sono i luoghi che ti ricordano che Berlino è il posto dove stare? Così ti piace in particolare della città che in altre non puoi trovare?

I miei amici e la mia famiglia me lo ricordano sempre. Ora e in futuro. I miei club preferiti sono lo Stattbad e il Watergate.

 

Un disco che non ti stancherai mai di ascoltare.

Cosa ne dici di Roxy Music con “Don’t Stop The Dance”?

 

 

 

English version:

 

Hi Adam, thanks and welcome in Musicbaum. So, how is KeineMusik going? Are you ready for Summer 2015 in Berlin?

Hi! Things are going well for all of us and we can’t complain. I’m totally looking forward to the summer, the winter is really depressing here in Techno City.

 

Let’s speak about your new EP. What are the strong points of “I never wear black”? Can you tell us more about the reason of you chose this title?

In my opinion it is its understatement. The A1 side is not too exciting when you just listen to it on your laptop speakers, cause it’s always the same guitar loop over and over again, but it is kicking asses when you play it in the club.

Most Dj’s are wearing black at the moment. It developed into something like a school uniform. All are on black outfits and silver Rimowa Pilot trolleys. This is so boring and most of them are not even realising they are all looking the same. To choose a track title like “I Never Wear Black” was my way to say i like to do things in a different way. And I like titles with a punch.

 

What is the best memory you have about KeineMusik? Who are the most important people you have helped you in having an your own label?

Too many good memories to choose one and with every weekend there are coming more. Nobody helped us to build the label as it is. Rampa was it who asked other people a lot of questions to get a small idea about how it works to do a label.

 

Stattbad, your headquarter. For who doesn’t know what it is. Can you tell us more about this building? When and why did you decide to use it as headquarter of the label?

Stattbad is a big building and creative space for a lot of artists, painters, graphic designers and also musicians. They are running a gallery and a club. Boiler Room Berlin is streaming from here and then there is the home for Keinemusik. We had to move from our old office/studio place and we asked Daniel from Stattbad if he has some free space. He’s an old friend, we know him from another club he was running before.

 

What is your favourite club in Berlin? What are the places of the city which reminds you that you must be in Berlin now? What do you like most about it that you can’t find in other cities?

My friends and family remind me of it. Now and in the future. My favorite clubs here are Stattbad and Watergate.


If “KeineMusik” is keine Musik, what is the mission of the label? Do you have projects in progress on your way?

There is no mission. We just try to have a good time togehter. A big project from Keinemusik is coming in November, more infos about this will come soon. I also did a remix for Sven Väth, this one will be released in June on Cocoon.

 

Tell us one of the record that you will never stop to play it.

How about Roxy Music “Don’t Stop The Dance”?