Cinnaman – Club Gusto Cannella

Da poco conclusa la sua esperienza al DekMantel ad Amsterdam dove ha suonato nella stessa serata di Ben Klock, Ben Ufo e James Holden (tra i tanti) ho voluto fare due chiacchiere con Cinnaman (ci spiegherà poi qui sotto il motivo del perchè è stato soprannominato con questo nome), artista olandese di casa Paramount, collaborazioni con Tom Trago ed in forte crescita. Cinnaman.


Hai iniziato a suonare da quando eri adolescente. Ti ricordi i primi club di Amsterdam nei quali sei stato? Chi erano gli artisti che seguivi in quel periodo?

Veramente non ricordo molto delle mie prime visite ai club. Vengo da un piccolo paese a sud dell’Olanda. Sono stato molto a Rotterdam. Mi piaceva Speedfreaks, un party speed garage/2step dove l’organizzatore olandese Joost van Bellen suonava. Dj come Ez erano una grande ispirazione per me. Poi quando ho iniziato a frequentare di più Amsterdam ho seguito tutta la famiglia Rush Hour ma anche i Rednose Distrikt mi hanno dato molto, così diversi ma giocosi e alla mano. Non ultimi Aardvarck e Steven mi hanno sempre coinvolto nella loro carriera.

La tua vita ad Amsterdam: c’è qualcosa di unico a livello di club life che altre città come Berlin o Paris non hanno?

Non mi piace molto comparare lo stile di vita di Amsterdam a quello delle altre città perchè sono realtà veramente differenti. Amo i club di Amsterdam e il loro stile. Questa città ha un  pubblico unico, pieno di energia e non timoroso di mostrarlo. In particolare il club Trouw è uno dei miei posti preferiti: tutto lì è al giusto posto.

426640_10150605675819713_308149205_n

Ti ricordi il primo disco che hai comprato? Ce l’hai ancora?

-Deve essere stato quando avevo 6 anni all’incirca. Mio padre mi ha dato il primo giradischi quando ero molto giovane. Era un disco hip hop degli anni Ottanta ma non ricordo ora qual era. L’ho distrutto totalmente perché con il giradischi ci dovevo prendere la mano. Sono nel mondo hip hop da sempre e ho comprato un sacco di dischi di quel genere quando ho iniziato a fare il dj. Tribe, Dilla, Busta, Wu e molti altri.

Possiamo definirti anche produttore: qual è il miglior modo per prendere ispirazione prima di produrre? Hai un posto particolare che vai spesso ?

Non produco così tanto da definirmi produttore. Sono un DJ e ne sono felice.

Cosa ti piace della vita di club oggi e cosa no?

Mi piace la diversità che può avere ogni club. Quello che non mi piace sono gli smartphones in pista: godetevi la musica gente!

Puoi raccontarci qualcosa riguardo il tuo nome CINNAMAN? Come è nato?

Deriva da Cinnamon. Per farla breve: sono stato chiamato Dj Cannella all’inizio perché mangiavo tante caramelle di quel gusto, solo quello.

Com’è andata al Dekmantel quest’anno? Ti sei divertito? Progetti futuri?

Dekmantel è stato veramente fantastico. E’ così bello essere a un festival con tanti grandi artisti. Mi sono molto divertito in tutti tre i giorni, anche al Trouw. E’ stato il mio miglior festival dell’anno senza sentirmi appesantito dal lavoro. Solo al sabato ho fatto tre set: Redbull Stage, Boilerroom, e un afte party al Trouw. Sto lavorando su un po’ di musica ma probabilmente uscirà nel 2025 ;)

295296_10151092513914713_586649987_n

———

ENGLISH VERSION

You have started to play when you were teenager. Do you remember the first clubs you went in Amsterdam? Who were the artists or Djs to take example in that period?

I can’t really remember which clubs i was when first in Amsterdam. I come from a small place in the south of Holland. I went to a lot to Rotterdam.
Inspiration? Speedfreaks, a speed garage/ 2step party where dutch and organiser Joost van Bellen played and Dj’s like Dj Ez where at the time a big inspiration. Afterthat, when i started to go out more in Amsterdam, the whole Rushhour family. But even more Rednose Distrikt gave me a lot to think about: so diverse and playful. Aardvarck and Steven always toke you into their story of music.

– Your life in Amsterdam: is there something unique that the city has about the club life looking the other music capital cities like Berlin or Paris?

I dont really like to compare as I live in this City and makes going out or dj as in other cites because they are completely different. But i love Amsterdam Club wise. Amsterdam has a really good crowd. Full of energy and not scared showing it. Especially Club Trouw is one of my favourite places in Amsterdam. Almost everything is right about this Club.

– Do you remember the first record you have bought? Have you had it yet?

That must be, when I was maybe 6 or so. My dad gave me a turntable at very young age. It was a 80’s hip hop record. Cant remember what it was. I totally destroyed it because i was not really good with the turntables yet. I always been really into hip hop and I bought a lot when I started djing. Like Tribe stuff, Dilla, Busta, Wu and lot more.

– You are a producer: what is the best way to take inspiration in producing music? Do you have a particular location or place that you go often to take inspiration?

I make music a little bit but not enough to see my self as a producer. Im a DJ and I really like it.

– What do you like about the club life today and what don’t? 

I like the diversity you can find in the club life nowadays. What i dont like are these fukkin smart phones on the dance floor. Enjoy the music people.

– Can you tell us a curiosity about your name CINNAMAN? In what way has it born?

It comes from Cinnamon. To make a a long story short: I was called Dj Kaneel at first because i was eating a lot of cinnamon candy and I didn’t prefer other sorts of candy.

– How was the experience at Dekmantel this year? Did you have fun? Are you working on new productions?

Dekmantel was truly amazing. So nice to be on a festival with so many great artist. I enjoyed so much that i went to all 3 days and after in Trouw. It was my festival weekend of the year without the feel in i had to work. While i did three sets on Saturday. Redbull Stage, Boilerroom and after party of dekmantel at Trouw. Workin on music a bit but it probably will be released in 2025 ;)