SUB TERRANIA a Londra

E’ sabato mattina e c’è un party in programma. Bizzarro da dire ma a Londra anche il sabato mattina si può ascoltare ottima musica ed entrare in un club quando fuori è giorno dà sempre un brivido particolare. Mi trovo nella zona di Buckingam Palace, sono le 9 e fuori ha da poco smesso di piovere. Mi incammino, direzione AREA, zona Vauxhall. Quella mattina SUB TERRANIA aveva in programma direttamente da Berlino e casa Watergate: Matthias Meyer.

Sub Terrania è appena dopo Vauxhall Bridge, sulla strada principale che porta a Lambeth. Mi avvicino, attraverso la strada e trovo il posto senza difficoltà per la musica che già si percepisce da fuori e la fila di persone che aspetta per entrare (ricordiamo che è sabato mattina ore 9:00, scena alquanto curiosa). Dopo i controlli di routine per entrare (no smartphone, video, camera, cibo) entro. Mura di mattoni rosso scuro tipiche della città. La location si divide tra parte interna ed esterna con pavimenti tutti in legno. La parte interna quasi assume l’aria di un locale sotterraneo, scuro ma con ampi soffitti. All’esterno una piccola area all’aperto. Dopo vari corridoi arrivo alla main room che si sviluppa in verticale concludendosi con il bar. Matthias Meyer è già in consolle e la gente è già che lo segue. Sembra non si stia contenendo, anzi è impossibile stargli dietro. I ritmi musicali sono molto alti, la qualità pure. Una bella situazione.

Parliamo con Arianna, promotrice Sub Terrania riguardo S.T. e gli organizzatori Mauro Ferno & Mestivan, fondatori di Sub Terrania e resident djs. Il loro after è sempre stato uno dei piu’ conosciuti di Londra. Originariamente tutto si teneva al Cable club a London Bridge sotto la ferrovia. Proprio per la posizione il locale è stato costretto a  chiudere con grande dispiacere da parte di tutta Londra. La location si è quindi spostata all’Area con uno spazio molto più grande: gestione fresca, con una gran voglia di far divertire il popolo londinese. Prossimamente il concept crescerà spostandosi in una location piu’ grande: il Fire.

Se siete a Londra fate un salto a Sub Terrania: qualcosa di diverso e autentico londinese. Una visita la merita di certo.